Prestito tra privati – Il social lending di Smartika

di Sofia Martini Commenta

I prestiti online sono oggi una delle soluzioni maggiormente scelte dai clienti alla ricerca di liquidità aggiuntiva per finanziare i propri progetti o far fronte a spese impreviste. Sono in grado di offrire infatti tutta una serie di vantaggi che i prestiti tradizionali non sono sempre in grado di assicurare, come una maggiore semplicità, velocità e trasparenza. 

Prestito RataFacile in offerta limitata

Da alcuni tempi a questa parte, inoltre, la frontiera dei prestiti personali online si è ulteriormente estesa anche grazie all’interessante novità del prestito tra privati, il cosiddetto social lending, in cui sono i privati cittadini a fungere da intermediari finanziari per altri privati cittadini.

Prestito Prontissimo BancoPosta di Poste Italiane

Se in questo momento siete alla ricerca di un prestito di questo tipo vi suggeriamo di confrontare le soluzioni proposte da Smartika, la nuova piattaforma online attiva nel campo del social lending, alla quale è possibile registrarsi sia per richiedere credito che per offrirlo.

Prestito tra privati – Il social lending di Smartika

Smartika è infatti un operatore finanziario regolarmente iscritto e autorizzato dalla Banca d’Italia, che offre un servizio di prestiti tra privati attraverso la sua piattaforma online. Si raggiunge attraverso il sito internet ufficiale www.smartika.it, sul quale si ha la possibilità di registrarsi come clienti Richiedenti, per richiedere un prestito o come clienti Prestatori, per offrirlo ad altri richiedenti, beneficiando di tassi di interesse competitivi e sempre aggiornati in tempo reale.

La presenza della piattaforma online garantisce che il prestito tra privati avvenga nella massima sicurezza e trasparenza e nel massimo rispetto della privacy degli utilizzatori e delle norme contrattuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>