Mutuo tasso variabile Euribor o Bce

di Fil Commenta

Un finanziamento ipotecario con rata e durata variabile e con il vantaggio di pagare meno se sul mercato la tendenza del costo del denaro è discendente; così come, allo stesso modo, può verificarsi lo svantaggio di pagare una rata mensile più alta se nel frattempo sul mercato il costo del denaro tende a salire. E’ questa, in estrema sintesi, la caratteristica principale di un mutuo a tasso variabile, un prodotto che nel nostro Paese rimane quello più scelto in prevalenza dalle famiglie non solo per l’acquisto della prima o della seconda casa, ma anche per la costruzione o la ristrutturazione di un immobile. Questo accade anche perché il mutuo a tasso fisso, sebbene dia tranquillità con la rata e la durata costante, è più caro attualmente in termini di spesa per interessi. Ci sono inoltre due possibili indicizzazioni per il mutuo a tasso variabile: quella al tasso Bce, per la prima casa, oppure al tasso euribor per la prima così come per la seconda casa.

Stipulare un mutuo a tasso variabile Bce, ovverosia al costo del denaro fissato dalla Banca centrale europea, significa sottoscrivere un finanziamento ipotecario con un’indicizzazione ad un tasso che storicamente è sinora risultato essere decisamente più stabile rispetto all’euribor; a fronte di tale maggiore stabilità c’è comunque da dire che nel nostro Paese le banche applicano sul mutuo Bce uno spread più elevato, ragion per cui prima di scegliere è sempre bene andarsi a fare quattro conti.

Il mutuo a tasso variabile euribor, con scadenza a tre mesi, è invece un finanziamento ipotecario che risente delle oscillazioni giornaliere del tasso interbancario, ma è anche attualmente il finanziamento ipotecario che comporta a carico dei sottoscrittori, a parità di condizioni e di importo erogato, la minor spesa per interessi. Questo per dire che più “sicurezze” offre il mutuo, come quello a tasso fisso, più costa, mentre quello a tasso variabile è più conveniente a fronte proprio dell’incertezza sulla durata e sull’importo della rata futura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>