Investire in criptovalute con CME Investment conviene?

di Redazione Commenta

In questo focus, spieghiamo perché investire in criptovalute con CME Investment conviene. Non prima, però, di fare un breve cenno alle crypto, altrimenti non avrebbe senso continuare, specie per chi non è un esperto di valuta digitale.

Il 22 luglio 2020, le autorità USA hanno concesso alle banche di tenere in portafoglio criptovalute. 

Paypal ha permesso l’utilizzo di valuta digitale come strumento di pagamento. 

Alcuni investitori istituzionali hanno comprato consistenti pacchetti di Bitcoin ed altre monete virtuali. Sanno che la criptovaluta protegge dall’inflazione, da un sistema monetario fragile, dalla svalutazione del dollaro. 

In particolare, il Bitcoin viene considerato a tutti gli effetti un bene rifugio come l’oro. L’investimento in moneta virtuale è stato ormai ufficializzato attirando nuovi investitori nei mercati finanziari.

Bene, ora siamo pronti a rispondere alla domanda del focus.

Investire in criptovalute con CME Investment: perché scegliere solo broker specializzati e sicuri

Investire in criptovalute con CME Investment può rivelarsi un’interessante esperienza oppure un flop. I meno esperti devono fare molta attenzione, soprattutto se non si sono mai approcciati a questo tipo di mercato. Il rischio di truffe è sempre in agguato.

Il passo importante da fare è affidarsi ad un broker specializzato in exchange (transazioni elettroniche) su cui creare un portafoglio (chiamato wallet). Rivolgersi ad una piattaforma qualsiasi non ha senso. 

Il broker online deve fornire una piattaforma non solo facile da usare e trasparente, ma completa, efficace e assolutamente sicura.

CME Investment, come tutte le piattaforme sicure che si rispettino, è regolamentata e supervisionata dall’autorità finanziaria di diversi Paesi, tra cui l’Italia. 

Sfrutta una tecnologia innovativa, fornisce ai clienti strumenti avanzati destinati a transazioni professionali. Garantisce massime prestazioni ed elevati standard di sicurezza.

Fa parte di un network globale che offre livelli di sicurezza aggiuntivi, extra, superiori alla concorrenza. Nel proteggere l’interesse degli utenti, mette a disposizione un servizio di assistenza efficace, rapido e impeccabile.

Il forte impegno nel settore degli investimenti spinge CME Investment ad organizzare seminari, conferenze, incontri in tutto il mondo allo scopo di dare consigli utili e stimolare lo scambio di opinioni.

Il principale obiettivo perseguito dal broker CME Investment è la soddisfazione a lungo termine dei clienti.

Investire in criptovalute: quali sono i vantaggi

Alcuni vantaggi li abbiamo accennati in apertura.

A partire dal 22 luglio 2020, data in cui le autorità USA hanno permesso alle banche di tenere in portafoglio monete virtuali, gli investitori finanziari hanno drizzato le antenne. L’ufficializzazione delle crypto ha spinto gli investitori ad orientarsi sempre più verso questo tipo di investimento. Certi investitori istituzionali negli USA hanno acquistato pacchetti di Bitcoin ed altre monete virtuali. Paypal ha concesso l’uso della valuta digitale per i pagamenti online anche perché sempre più imprese accettano criptovalute come strumento di pagamento per acquisti e prestazione di servizi.

I tempi sono maturi e se le criptovalute hanno attirato l’interesse di banche, investitori istituzionali e un colosso come Paypal vuol dire che i vantaggi ci sono.

Le criptovalute (in particolare, il Bitcoin) proteggono dall’inflazione, dalla svalutazione monetaria, da un sistema monetario debole.

Soprattutto chi non credeva nelle criptovalute ha trascurato il vantaggio più importante di sempre: questo mercato garantisce una crescita nel lungo periodo.

Ha, oltretutto, la virtù della trasparenza considerando la decentralizzazione, la possibilità di eseguire transazioni senza il controllo delle autorità centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>