Aumenta la domanda delle famiglie per i mutui prima casa

di Sofia Martini Commenta

Analisi delle tipologie di finanziamento più richieste durante quest'anno.

Nell’ultimo anno, la richiesta di finanziamenti da parte delle famiglie è aumentata. Sono sempre più i nuclei familiari che si rivolgono agli istituti creditizi per fare domanda circa i mutui prima casa.

La Banca centrale europea, dal canto suo, ha avviato una politica monetaria finalizzata a supportare l’erogazione di nuovi crediti per l’acquisto di nuovi immobili. Le misure dell’Eurotower, in particolar modo quelle degli ultimi mesi, sono state pensate proprio per eliminare la stretta del credit crunch.

Ciò ha implicato il crollo dei tassi di interesse, che hanno raggiunto i loro minimi storici e ha portato all’introduzione di tassi negativi sui depositi presso l’istituto con sede in Germania.

Appare opportuno fare un punto della situazione: attualmente, le banche di credito hanno molto a cuore le questioni connesse al richio potenziale, che viene assunto mediante il credito trasmesso e provano a trovare stabilità economica nei loro rapporti con la clientela alla quale vengono concessi i mutui prima casa e tutti gli altri finanziamenti.

Fatta questa premessa, si può dire che le tipologie di mutuo più richieste e concessi nel corso del 2014 sono state proprio i mutui prima casa, che da soli hanno rappresentato oltre l’80 per cento delle richieste generali. Ben differente appare la situazione per coloro i quali desiderano acquistare una seconda abitazone.

In questo caso la richiesta rappresenta solo il 2,6 per cento del totale.

A parte i mutui per acquisto, tuttavia, esistono anche altre tipologie rappresentate nei più recenti studi. Arrivano subito dopo i mutui prima casa infatti i finanziamenti per surroga e sostituzione, stipulati al fine di ricavare migliori condizioni, 0 Ai mutui per costruzione e ristrutturazione, che consentono di usufruire delle agevolazioni fiscali governative.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>