Prestito fotovoltaico dalla Banca Popolare di Ancona

di Roberto Commenta

Il prestito fotovoltaico a disposizione in tutte le filiali della Banca Popolare di Ancona è una linea di credito che l’istituto di credito del gruppo Ubi Banca mette a disposizione di tutta la propria clientela consumatrice che abbia bisogno di finanziare le operazioni di acquisto di un impianto fotovoltaico, potendo beneficiare di condizioni economiche competitive (e personalizzabili grazie alla scelta tra tasso fisso e tasso variabile) e con una restituzione del capitale nel medio lungo termine temporale.

Il finanziamento potrà supportare le operazioni di acquisto e di installazione dell’impianto fotovoltaico per importi compresi tra un minimo di 5 mila euro e un massimo di 70 mila euro, da restituire all’interno di un piano di ammortamento che sarà compreso tra un minimo di 36 mesi e un massimo di 180 mesi (eventualmente allungabili fino a 185 mesi nella sola ipotesi di prestiti a tasso fisso). In qualsiasi  momento il cliente dell’istituto di Ancona potrà comunque procedere all’estinzione anticipata totale del suo debito (come il prestito ecoenergetico da CR Veneto).

Per quanto concerne le altre caratteristiche di prodotto, segnaliamo la presenza di un tasso annuo nominale fisso o variabile a scelta del cliente. Nella prima ipotesi il tasso sarà invariabile all’8,50%, garantendo così al cliente la perfetta stabilità dell’importo delle rate del piano di ammortamento di riferimento. Nel secondo caso, invece, il tasso di interesse sarà variabile, calcolato sulla base dell’Euribor a tre mesi, maggiorato di uno spread di 5 punti percentuali: una soluzione ideale per quella clientela che preferisce indebitarsi a condizioni in linea con quelle offerte dai mercati finanziari.

Tra le numerose ipotesi di personalizzazione del rapporto, ricordiamo l’esistenza dell’opzione “salto rata”, che permette il differimento di una rata ogni 24 mesi, e accodamento delle rate differite, con pagamento degli interessi contrattuali, al termine del periodo di rimborso inizialmente previsto. Stabilita anche la possibilità di usufruire di un periodo di preammortamento massimo di 6 mesi, e l’abbinamento con una polizza assicurativa facoltativa contro i rischi di malattie, infortuni, perdita del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>