Mutuo a tasso fisso dal Credito Siciliano

di Roberto Commenta

Tra i tanti finanziamenti disponibili in favore della propria clientela, il Credito Siciliano ha predisposto anche il mutuo a tasso fisso, una linea di credito immobiliare che i correntisti in possesso degli idonei requisiti di merito creditizio potranno ottenere per poter supportare operazioni quali l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima o della seconda casa di proprietà, in linea con quanto previsto dalle principali contrattuali.

Tra le caratteristiche fondamentali di tale rapporto non può che prevalere la presenza di un tasso di interesse fisso sul capitale oggetto di mutuo, che permetterà alla clientela della banca di poter restituire il capitale oggetto di mutuo attraverso il pagamento di rate di importo sempre costante. In altri termini, il mutuatario potrà dimenticarsi di seguire l’andamento dei principali tassi di riferimento sui mercati finanziari, il cui trend non genererà alcuna influenza (positiva o negativa) sulle proprie uscite monetarie.

Oltre a quanto sopra, ricordiamo come il finanziamento preveda un importo erogabile entro il limite dell’80 per cento del valore commerciale dell’immobile oggetto di ipoteca, e la possibilità di indebitarsi per un arco temporale compreso tra un minimo di 10 anni e un massimo di 30 anni: il cliente del Credito Siciliano potrà comunque, in qualsiasi momento, optare per un’estinzione anticipata del debito residuo, anche parziale, senza pagamento di alcuna penale per la cessazione del rapporto prima della sua naturale scadenza contrattuale (vedi anche le caratteristiche del mutuo a tasso fisso di Banca Fideuram).

Infine, ricordiamo come il finanziamento sia eventualmente accompagnabile con una o più polizze di natura assicurativa che – oltre a tutelare l’immobile oggetto di mutuo contro i rischi di incendio e di scoppio – permetta alla clientela di poter annoverare la titolarità di una serie di clausole assicurative in grado di proteggere contro infortuni, malattie, perdite del posto di lavoro, e situazioni ancora più gravi come l’invalidità, l’inabilità, il decesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>