Mutuo: a 40 anni si cerca su internet

di Francesca Commenta

Gli studi e le osservazioni in materia di mutui casa non finiscono mai e 6sicuro.it che si occupa costantemente di monitorare la situazione, ha confermato che i giovani sopra i 40 anni cercano casa soprattutto su internet. Si tratta di un sito di confronto e distribuzione di prestiti per l’acquisto delle quattro pareti domestiche e  sembra che il 60 per cento delle richieste sia riconducibile proprio a tale tipo di standard. Solo qualcuno tra questi ha meno di 30 anni, parliamo circa del 9 per cento e ancora meno sono in possesso già di una prima casa. A tal proposito è stato prodotto un rapporto Gli immobili in Italia, realizzato grazie all’analisi delle banche dati di Finanze e Agenzia del Territorio, in cui si dice che quasi l’80% delle famiglie italiane è proprietaria della casa in cui risiede. Di questi però è curioso il fatto che soltanto il 4% degli under 30 ha una dimora intestata, anche perchè chi non ha un lavoro fisso, cioè quasi tutti, ha troppe difficoltà nell’ottenere fiducia dalle banche e quindi dei soldi.

Un problema che va risolto immediatamente e per tal motivo il Ministero della Gioventù, insieme ad Abi Inps, ha da pochissimo parlato dell’istituzione di un fondo di garanzia di 50 milioni di euro per l’acquisto della prima casa con mutui a tassi agevolati a favore dei giovani soprattutto se non hanno compiuto i 35 anni sposati o single con figli, che abbiano contratti atipici.

A parlare della tendenza, in particolare, è stato Edoardo Loewenthal, presidente di 6sicuro:  “Le note difficoltà per i giovani di ottenere un finanziamento sembrano inibire  la ricerca stessa del mutuo. Ma a volte basta semplicemente affidarsi a degli esperti per individuare il prodotto più idoneo e ottenere un finanziamento.  6sicuro  mette gratuitamente a disposizione i propri consulenti per consigliare, scegliere il mutuo più conveniente, raccogliere tutti i documenti necessari e interloquire con la banca per avere il finanziamento in tempi celeri. Online è possibile inoltre fare simulazioni per sapere quale sarà il peso della rata sul proprio reddito o conoscere tutti i costi del mutuo”.

 

A cercare online il mutuo sono oggi in prevalenza nuclei famigliari (52% delle richieste totali), seguiti dai single (29%), conviventi (11%) e vedovi e separati (8%). Il reddito mensile medio dei richiedenti è pari a circa 2 mila euro.

 

Le richieste, come prevedibile, provengono soprattutto da chi ha un impiego a tempo indeterminato, in particolare da impiegati/quadri (37%) e operai (20%), ma anche da liberi professionisti (12%) e militari (8%).

 

In merito alla provenienza geografica, si registra un’alta concentrazione di richieste di quotazione del mutuo casa nel centro-nord (44%), seguito dal sud (27%), dal centro (18%) e dalle isole (11%). In particolare, il 6% delle richieste proviene da Milano, il 5% da Roma, il 2% da Torino, il 2% da Napoli e l’1,50% da Catania. La ricerca viene effettuata soprattutto per nuovi mutui (64%), in particolare legati all’acquisto della prima casa (47%), mentre il 6% è per la seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>