Mutui edilizi per imprese e cooperative

di Fil Commenta

I mutui, oltre che per la finalità di acquisto o di ristrutturazione di una casa, possono essere stipulati anche con la finalità di costruzione di uno o più immobili. Il prodotto, in tal caso, è un mutuo edilizio che, di norma, non viene stipulato da un privato o da una famiglia, ma da un’azienda del settore delle costruzioni e/o da una cooperativa edilizia. In questo modo l’impresa ottiene, nell’attesa di realizzare l’opera edile, i fondi necessari per poter andare a coprire proprio i costi di costruzione degli immobili ad uso residenziale; allo stesso modo, pur tuttavia, le imprese di costruzioni e le cooperative possono anche andare a stipulare mutui edilizi con la finalità di costruzione di immobili ad uso commerciale come ad esempio per uffici, grandi magazzini e stabilimenti.

In tal caso l’impresa per ottenere il mutuo, che comunque di norma non va oltre la copertura dell’80% dei costi ammissibili per la realizzazione delle opere, deve presentare una documentazione decisamente diversa da quella che presenta alla banca una famiglia per ottenere un finanziamento ipotecario. Gli importi erogati dalla banca vanno a coprire, nel massimale previsto, le spese di appalto, gli oneri per la sicurezza, ma anche i costi di progettazione e gli oneri previsti per l’urbanizzazione.

Le modalità di erogazione di un mutuo edilizio sono quasi sempre “SAL”, ovverosia a stato di avanzamento dei lavori; in base a dei predefiniti step di realizzazione degli immobili, infatti, la banca eroga all’impresa del settore le somme pattuite in più tranche; in questo modo, rispetto all’erogazione una tantum all’inizio, l’impresa edile o la cooperativa può conseguire il vantaggio, nell’ambito del piano di rimborso, di pagare una minore spesa per interessi. Nell’erogazione delle somme, inoltre, spetta all’impresa di costruzioni andare a presentare all’Istituto di credito le regolari perizie e certificazioni, a cura di un professionista abilitato, che attestino la regolarità legata ai lavori che vengono portati avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>