Comprare casa in Italia: ci sta pensando pure Mel Gibson

di Francesca Commenta

Che l’Italia fosse splendida lo sapevamo e non a caso viene anche detta Belpaese, ma che attirasse come le mosche i divi di Hollywood non osavamo proprio sperarlo. Se il mondo ci rimanda spiagge californiane, bellezze incredibili ed un luogo che in effetti è poco reale ma sembra perfetto, evidentemente l’immagine stereotipata degli Usa sta stretta a chi è costretto a confrontarsi tutti i giorni con questa realtà. Meglio lo Stivale più tranquillo e con paesaggi e vegetazione incredibili. Dopo George Clooney, Bradi Pitt e Leonardo Di Caprio che sono solo gli ultimi divi ad aver scelto la nostra terra, anche Mel Gibson comincia a pensare di trasferirsi.

L’attore e regista americano, per la precisione, sta seriamente cercando un immobile da acquistare in Toscana e precisamente nel Chianti con tanto di vigneto annesso. Vuole infatti dedicarsi alla produzione del vino e anche questa scelta non è certo originale visto ci sono altri artisti come ad esempio il cantante dei Simply Red o dei Simply Minds che ci hanno già pensato prima anche se in regioni differenti.

L’idea comunque è questa e quindi desidera un casolare o una casa di campagna con vigneto e ha dato ordine al suo staff di mettersi alla ricerca di un pezzo di terreno che potrebbe fare al caso suo. Ovviamente è scattata la guerra a chi può vendere a Mel e fino a questo momento, pare che la proposta più interessante riguardi un villa del ‘700 in provincia di Siena, insieme ad altri 3 possibili siti i cui prezzi vanno dai 7 ai 30 milioni di euro. La prima è a.di 1.100 mq con piscina, campi da tennis, chiesa privata e una cantina che permette la produzione di circa 200.000 bottiglie all’anno. A circondare la villa ci sono 4 ettari di uliveto, 12 di vigneti e 2,5 di bosco e sembra un piccolo paradiso. Vedremo quindi quanto sarà facile conquistare Mel Gibson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>