Assicurazioni sanitarie, la domanda è in forte crescita

di Sofia Martini Commenta

Il popolo italiano ha da sempre dedicato molta attenzione alla propria salute, e soprattutto alle garanzie offerte dal sistema sanitario nazionale. Ma purtroppo non sempre  il SSN ha risposto in maniera adeguata  alle esigenze e non sempre si è dimostrato in grado di rispondere a tutte le richieste in tempi ragionevoli. La soluzione quindi è di rivolgersi a strutture private sopportandone i costi. Per questo motivo l’interesse verso forme assicurative che coprono le spese sanitarie è in  crescita.Vediamo quali sono le Compagnie più importanti che in Italia offrono delle polizze sanitarie.

In Italia, tra i guidatori è diventata prassi comune di attivare nelle assicurazioni quelle che vengono definite le garanzie aggiuntive alla polizza Rc auto per avere una garanzia assicurativa più completa in caso di sinistro. E per questo che i cittadini, nonostante possano usufruire di un servizio sanitario gratuito, vogliono assicurarsi, in caso di malattia, dei servizi a pagamento rimborsati dalla polizza.

Tra le assicurazioni salute, le più comuni, hanno come obiettivo quello di coprire le spese sanitarie dell’assicurato qualora si rivolga a strutture private o convenzionate, facendo in modo che non paghi spese aggiuntive. La stessa assicurazione, in genere, copre anche le spese legate ad esami e controlli da fare nelle strutture pubbliche con il pagamento di un preciso ticket. Queste polizze salute sono altamente personalizzabili.

Prestito tra privati – Il social lending di Smartika

La polizza indennitaria, invece, prevede il pagamento di un’indennità, o meglio di una diaria giornaliera, in caso di infortunio o ricovero. Il suo obiettivo è quello di assicurare un “reddito” a chi, in seguito ad un incidente, non può lavorare. La diaria è corrisposta generalmente per un periodo che va dai 30 ai 180 giorni. Nel caso in cui l’assicurato abbia già sostenuto delle spese, ci sono polizze che rimborsano le cure mediche, in modo parziale o totale. Rientrano nelle prestazioni rimborsate gli interventi, le cure o gli esami, ma spesso si può ottenere anche il rimborso di trattamenti estetici e cure odontoiatriche.

Molte polizze, spesso collegate all’attività lavorativa, coprono le spese sostenute dall’assicurato in caso di invalidità permanente per incidenti e malattie che impediscano di lavorare. Per ogni polizza, prima di scegliere quella più adatta al proprio stile di vita, c’è da studiare il massimale, la copertura offerta ai clienti e l’offerta della concorrenza, spesso disponibile online.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>