Carte con Iban: cosa sono e come si usano

di Fil Commenta

Vengono in gergo definite come “Carte con Iban“, e rappresentano una forma nuova ed evoluta, tra gli strumenti di pagamento, al fine di possedere una carta che da un lato funziona in tutto e per tutto come una prepagata, e dall’altro permette di effettuare le operazioni bancarie di base e più comuni come i bonifici, la domiciliazione delle bollette e le ricariche del telefono cellulare. Questi strumenti di pagamento vengono chiamati “Carte con Iban” proprio perché hanno il codice bancario per poter sia fare, sia ricevere i bonifici. Ma quali vantaggi offrono queste carte rispetto ad una prepagata e/o ad un conto corrente? Ebbene, rispetto alla prepagata la carta con Iban è uno strumento più evoluto, mentre rispetto al conto corrente, se si devono utilizzare solo i servizi di base, è un prodotto economico visto che non si va a pagare l’imposta di bollo che annualmente incide per oltre 34 euro all’anno.

Essendo in tutto e per tutto anche una ricaricabile, con la carta con Iban non si può andare in rosso rispetto ad un conto corrente, così come a tale strumento non può essere collegato un deposito titoli. La carta con Iban, in base alla banca che la emette, di norma ha un canone, se previsto, molto basso, e può essere ricaricata sia presso lo sportello fisico della banca, sia sfruttando i canali evoluti che passano dallo sportello Atm ad Internet.

La carta con Iban si gestisce, allo stesso modo del conto corrente, direttamente online, attraverso l’accesso alla propria area riservata; da tale area riservata è possibile consultare il credito residuo della carta Iban, scaricare l’estratto conto online, ed effettuare le operazioni bancarie sopra elencate come i bonifici e la ricarica del cellulare. Tra le carte Iban presenti sul mercato ricordiamo la “Superflash” di Intesa Sanpaolo, la “Genius Card” di Unicredit ed il “Conto Tascabile” di CheBanca!, la Banca per le famiglie e per le imprese del Gruppo Mediobanca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>