Banca Popolare di Bari rileva Carichieti, Jacobini: “Siamo solo agli inizi”

di Maris Matteucci Commenta

La Banca Popolare di Bari ha presentato una offerta non binding per la nuova Carichieti, una delle quattro good bank messa in risoluzione insieme a Banca Etruria, Carife e Banca Marche. Ma tutto è ancora da decidere anche perché i tempi potrebbero allungarsi. La scadenza del 30 settembre per la cessione potrebbe slittare, portando quindi a un rallentamento dell’operazione.

marco-jacobini-1

Marco Jacobini, presidente della Banca Popolare di Bari che ha di recente incorporato anche Tercas e Caripe, ci va con i piedi di piombo. E a margine della riunione del comitato esecutivo dell’Abi, rinnova l’interessamento per Carichieti, specificando però che ancora la trattativa è all’inizio e che molto ci sarà ancora da fare. Più che in corsa siamo in leggera camminata, nemmeno veloce. “Un pensiero ce lo abbiamo fatto, questo è vero, la valutazione è buona”, ha detto.

Parole che fanno ben sperare ma la sensazione è che la strada sia ancora lunga, specialmente se il termine del 30 settembre sarà prorogato (e l’ipotesi sembra essere più che reale). La cessione delle quattro good bank nate dalla messa in risoluzione delle vecchie Banca Etruria, Carife, Banca Marche e appunto Carichieti, tiene banco da molto tempo. Ma Marco Jacobini tiene a precisare che l’istituto bancario da lui guidato sarebbe interessato solo a Carichieti: “Certamente, abbiamo già Tercas e Caripe”.

La vicenda dunque resta in sospeso in attesa di segnali che dovrebbero arrivare a breve. I vertici delle good bank stanno con tutta probabilità negoziando per avere un po’ più di tempo a disposizione e sperare in un epilogo positivo. Una situazione che dunque non è ancora ben definita e che disegna un quadro piuttosto incerto. Banca Popolare di Bari rileverà davvero Carichieti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>